Centro Regionale Trapianti - Piemonte

CRP / Compiti / Funzioni

  1. Le funzioni del CRP
    1. - Il CRP collabora con il Centro Regionale di riferimento per i trapianti e la Regione alla efficienza del sistema informativo trapianti che collega il Centro Regionale con i Centri Interregionali, il Centro Nazionale e le Terapie Intensive;
    2. - Il CRP promuove e coordina in collaborazione con i coordinatori locali il monitoraggio dei potenziali donatori nelle Rianimazioni;
    3. - Il CRP implementa ed assicura il funzionamento di un "registro regionale dei decessi per lesioni cerebrali";
    4. - Il CRP collabora con il Centro Regionale di riferimento per i trapianti alla raccolta dei dati statistici relativi alla attività di prelievo;
    5. - Il CRP promuove le attivitą di prelievo di organi e tessuti nelle Aziende Sanitarie della Regione;
    6. - Il CRP collabora con il Centro Regionale e la Regione ad affrontare i problemi relativi all'approvvigionamento di tessuti idonei;
    7. - Il CRP mantiene il collegamento tecnico e scientifico con il Centro Regionale di riferimento per i trapianti;
    8. - Il CRP applica e diffonde le linee guida nazionali nell'ambito delle attivitą di donazione;
    9. - Il CRP collabora alla promozione e coordina le attività di informazione, educazione sanitaria e crescita culturale in materia di donazione di organi nella popolazione promossa dalla Regione in collaborazione con il Centro Regionale di riferimento per i trapianti;
    10. - Il CRP promuove iniziative di formazione permanente ed aggiornamento nel personale sanitario coinvolto nella donazione di organi;
    11. - Il CRP collabora con il Centro Regionale e le ASL alla raccolta della manifestazione di volontą secondo le disposizioni dell'art. 5 della Legge 91/99;
    12. - Il CRP verifica in collaborazione con il Centro Regionale di riferimento per i trapianti e la Regione il programma annuale delle attività delle singole Aziende relativamente alle donazioni e prelievi di organi e tessuti;
    13. - Il CRP collabora con la Regione al monitoraggio ed alla verifica delle attivitą svolte dai coordinamenti locali e delle competenze tecniche dei coordinatori locali (valutazione necessaria anche ai fini della loro nomina e/o riconferma);
    14. - Il CRP si accerta che in ogni Azienda vengano convocati i collegi per l'accertamento della morte secondo le disposizioni di Legge;
    15. - Il CRP collabora con il Centro Regionale di riferimento per i trapianti, la Regione e le associazioni del Volontariato al fine di diffondere la cultura del trapianto con lo sviluppo di attività formative nelle scuole, l'organizzazione di conferenze, la produzione di materiale di divulgazione.