Centro Regionale Trapianti - Piemonte

Attività / Trapianto pediatrico / Trapianto rene / Ritorno a casa

  1. Il ritorno a casa
  2. Dopo le prime fasi nel post trapianto renale in cui vengono effettuati controlli clinici e del sangue a tempi ravvicinati, la vita del bambino-adolescente-ragazzo trapiantato può riprendere normalmente.
    Il paziente può riprendere l'attività scolastica, sportiva e di gioco.

    La dieta nel paziente trapiantato č libera, con alcune raccomandazioni e non restrizioni. Ad esempio č utile ridurre l'apporto di zuccheri e grassi, soprattutto nei primi 6 mesi di trapianto quando si assumono dosi relativamente elevate di cortisone. E' importante bere sufficientemente e mantenere un buon stato di idratazione.

    La terapia medica, più specificatamente l'immunosoppressione, abbassando le difese immunitarie del ricevente, permette di mantenere una buona funzione del trapianto. I farmaci immunosoppressori a disposizione sono molteplici e sono in genere utilizzati in associazione. Come tutti i farmaci possono dare effetti collaterali talora fastidiosi (peluria, ipertrofia gengivale, ritenzione di liquidi, tremori...)