Centro Regionale Trapianti - Piemonte

Attività / Trapianto cellule / Cellule staminali emopoietiche

  1. Trapianto di cellule emopoietiche
  2. Il trapianto di cellule staminali emopoietiche (CSE) costituisce una procedura terapeutica di largo impiego in grado di assicurare la guarigione di numerose patologie onco-ematologiche altrimenti considerate incurabili con i convenzionali trattamenti radio-chemioterapici.
    Nel caso del trapianto allogenico, poiché un donatore compatibile per HLA può teoricamente essere individuato nell'ambito familiare soltanto per il 20-25% dei pazienti candidati al trapianto, è necessario ricorrere ad un donatore volontario (DV) per poter estendere la procedura del trapianto di CSE ad un numero maggiore di pazienti. A questo proposito sono nati, agli inizi degli anni '80, i primi registri di DV di CSE.
    Fino a pochi anni fa l'unica fonte di CSE era costituita dal sangue midollare prelevato dalle creste iliache. Successivamente sono state introdotte nell'uso clinico le CSE prelevate dal sangue periferico, ottenute in aferesi dopo stimolazione mediante fattore di crescita, e le CSE contenute nel sangue di cordone ombelicale (placentare).

    Il registro dei donatori volontari di CSE del Piemonte e Valle d'Aosta
    Il primo Registro dei donatori volontari di CSE è nato in Inghilterra nel 1974. Successivamente sono nati numerosi altri Registri, tra cui quello americano (NMDP) che annovera a tutt'oggi il maggior numero di donatori e, negli anni 1989-90, il Registro Italiano (IBMDR). Tutti i registri fanno capo al Bone Marrow Donors Worldwide (BMDW).
    In Piemonte l'attività di reclutamento dei donatori volontari di CSE è iniziata nel 1990, e per diversi anni è stata centralizzata presso il Servizio di Immunologia dei Trapianti di Torino, Centro Regionale Trapianti (CRT). Nel corso degli anni, sono stati costituiti altri Centri Donatori (CD), siti presso i Servizi Trasfusionali degli ospedali regionali.
    L'impegno e la determinazione del personale dei Centri Donatori nel perseguire questo progetto e il sostegno costante dell'Associazione Donatori Midollo Osseo (ADMO) e dell'Assessorato alla Sanità della Regione Piemonte hanno permesso il progressivo incremento numerico del Registro, i cui dati genetici sono aggiornati e controllati per quel che riguarda la qualità grazie a progetti finalizzati annuali e controlli di qualità trimestrali, organizzati istituzionalmente da parte del CRT a favore dei Centri Donatori.

    I Centri Trapianto
    In Piemonte l'attività di utilizzo delle Cellule Staminali Emopoietiche (CSE) è attiva a diversi livelli.
    Negli Ospedali di Alessandria, Candiolo, Cuneo, Novara, Orbassano, Torino (AOU Città della Salute e della Scienza), che aderiscono al Gruppo Italiano di Trapianto di Midollo Osseo (GITMO), sono attivi programmi di prelievo, crioconservazione, manipolazione ed utilizzo di CSE.

    Area riservata ai CTCSE