Centro Regionale Trapianti - Piemonte

Attività / Trapianto organi / Trapianto cuore / Interventoe e ricovero

  1. Intervento e ricovero
  2. Sono possibili due procedure chirurgiche, ossia due tipi di intervento chirurgico:
    1. 1. il trapianto cardiaco ortotopico
    2. 2. il trapianto cardiacoeterotopico
    Il trapianto ortotopico è il più semplice: il cuore malato viene espiantato ed il cuore sano del donatore viene impiantato. Vengono cuciti tra loro rispettivamente gli atri, l'arteria polmonare e l'aorta. Non è possibile ricucire i nervi, così che il cuore trapiantato è un cuore denervato (non sente il dolore).

    Il trapianto eterotopico viene eseguito solo quando si verificano particolari condizioni:
    1. a) il ricevente è di taglia più grossa del donatore e le sue condizioni cliniche sono così gravi da non poter aspettare un'altra occasione
    2. b) i polmoni del ricevente sono stati compromessi da anni di scompenso cardiaco e le arteriole polmonari sono diventate troppo dure e poco elastiche così che un cuore normale non sarebbe in grado di spingere il sangue con la forza necessaria a superare questo ostacolo ed in breve tempo si sfiancherebbe. In questo caso un cuore normale viene collegato al cuore malato, in modo che possa dare un aiuto, come un motore ausiliario.

    Il decorso post operatorio di un paziente sottoposto a trapianto di cuore differisce da quello degli altri cardio-operati per il problema della asetticità cui, soprattutto nei primissimi giorni, bisogna attenersi.
    E' il periodo durante il quale i sistemi di difesa dell'organismo possono avvertire l'estraneità dell'organo e, quindi, per prevenire eventuali reazioni pericolose contro il cuore trapiantato da parte del sistema immunitario, questo viene indebolito con i farmaci.
    Ne deriva una maggior facilità a contrarre infezioni.

    Il soggetto trapiantato inoltre, nonostante il dolore che avverte per la sternotomia, in questa prima fase deve fare respiri profondi per permettere all'aria di arrivare fino alle basi dei polmoni per evitare infezioni polmonari. Per questo motivo verranno eseguiti con costanza esercizi di ginnastica respiratoria.