Centro Regionale Trapianti - Piemonte

Attività / Sangue cordonale

  1. Sangue cordonale
  2. Il sangue cordonale è una fonte di cellule staminali emopoietiche e può essere raccolto al termine del parto dopo che il cordone è stato reciso; si tratta di materiale di scarto che quindi in genere è eliminato.
    L’utilizzo clinico del sangue placentare, in alternativa al midollo osseo o al sangue periferico quale fonte di CSE, è previsto per tutte le patologie potenzialmente curabili con il trapianto di CSE. Rispetto alla donazione di cellule da donatore adulto , il cordone presenta alcuni vantaggi e cioè la rapida disponibilità, poiché si tratta di unità criopreservate, la necessità di una minore compatibilità tessutale con il ricevente, minore incidenza e severità di una temibile complicanza del trapianto, la GvHD.